Il nuovo SENATO

E' il luogo della libera circolazione delle idee "a ruota libera"
Rispondi
iospero
Messaggi: 2444
Iscritto il: 24/02/2012, 17:16

Il nuovo SENATO

Messaggio da iospero »

i nuovi senatori verranno eletti dai consigli regionali (elettorato attivo), e potranno essere eletti senatori o i Sindaci o i consiglieri regionali stessi. Questo dice la riforma costituzionale. Ma non dice come, e se vincesse il SI' ci dovrebbe essere una legge che dice come. Attualmente il ddl Boschi dice che verranno eletti "tenendo conto dell'indicazione degli elettori", cosa che non significa assolutamente nulla. Anche perchè essendo i consiglieri regionali gli elettori, essi devono tenere conto dell'indicazione........ di sè stessi!
Fino al referendum non si può approvare alcuna legge elettorale per il nuovo senato, proprio perché non esiste ancora.
Dopo il referendum, se vince il Sì, la riforma prevede che camera e senato (il senato attuale) approvino la legge elettorale mediante la quale poi i consigli regionali eleggeranno i senatori. Nel frattempo, visto che questa legge elettorale non c'è e non vi è neppure un termine perentorio entro cui debba essere approvata, vige la norma transitoria in base alla quale i consiglieri regionali eleggono con metodo proporzionale i nuovi consiglieri regionali-senatori ed i nuovi sindaci-senatori. In teoria quella norma transitoria potrebbe diventare eterna, qualora camera e senato non approvassero la nuova legge elettorale del senato.
L'ipotesi "elezione diretta" dei nuovi senatori di cui stanno parlando nel pd è una presa in giro e sarebbe incostituzionale (sulla base della riforma).
Come se ne esce? Basta votare NO.

iospero
Messaggi: 2444
Iscritto il: 24/02/2012, 17:16

Re: Il nuovo SENATO

Messaggio da iospero »

Secondo l’attuale formulazione della legge il nuovo Senato sarà composto da 100 senatori (e non più 315): 74 saranno consiglieri regionali, eletti con metodo proporzionale dai propri Consigli regionali. Ogni regione eleggerà un numerò di senatori sulla base del suo peso demografico, ma con la condizione che nessuna regione possa eleggerne meno di due. Altri 21 senatori saranno eletti, sempre dai Consigli regionali, tra i sindaci, uno per regione. Gli altri cinque senatori saranno nominati dal Capo dello Stato e andranno a sostituire i senatori a vita. Ricapitolando: ci saranno 100 senatori, di cui 74 saranno consiglieri regionali, 21 sindaci e cinque nominati dal capo dello stato. La durata del mandato coinciderà con quello delle istituzioni territoriali di cui i senatori saranno espressione, e non riceveranno alcuna indennità. Avranno però le stesse tutele dei deputati cioè non potranno essere arrestati senza autorizzazione del Senato stesso o essere sottoposti a intercettazione.
Il nuovo Senato sarà tenuto a votare soltanto su un numero limitato di materie: riforme costituzionali, leggi costituzionali, leggi elettorali degli enti locali, ratifiche dei trattati internazionali e leggi sui referendum popolari. Il Senato potrà anche chiedere alla Camera di modificare o discutere altri disegni di legge, ma sulle materie di cui non ha competenza la Camera avrà sempre l’ultima parola.

La funzione del nuovo Senato è una vuota enunciazione.
Poiché si potrà formare in Senato una maggioranza di segno opposto a quella della Camera e, in ogni caso, a ogni senatore è riconosciuta la funzione legislativa (art 71 nuova Cost, nel 1° comma identico alla vecchia), è forte il rischio che si generi uno stato di perenne conflitto con l’altra camera.
Il Senato non rappresenterà più la Nazione, privilegio che spetterà solo alla Camera dei deputati, ma sarà rappresentativo delle Istituzioni Territoriali (art 57 della nuova Cost).
I Senatori elettivi resteranno in carica sino allo scadere del mandato dei Consigli
regionali che li hanno eletti e i nuovi senatori verranno nominati in occasione del
rinnovo dei medesimo organi.
I senatori di nomina presidenziale dureranno in carica sette anni e non potranno
essere rinnovati.
Il Regolamento del Senato garantirà i diritti delle minoranze.
I membri del Senato eserciteranno le loro funzioni senza vincolo di mandato.

I Senatori godono delle stesse immunità dei Deputati.
I Senatori non ricevono indennità.

iospero
Messaggi: 2444
Iscritto il: 24/02/2012, 17:16

Re: Il nuovo SENATO

Messaggio da iospero »

Come si possa condividere un Senato del genere è incomprensibile.
- Le maggioranze al Senato saranno molto variabili se pensiamo che i senatori cambieranno molto frequentemente in base alle diverse scadenze dei mandati;
- camera e senato saranno elette in tempi diversi , le maggioranze del senato cambieranno più volte durante una legislatura, per cui materie come riforme costituzionali, leggi costituzionali, leggi elettorali degli enti locali, ratifiche dei trattati internazionali, leggi che riguardano l'Europa e altre leggi discusse dalla Camera dovrebbero essere discusse fra due camere ,di cui una molto variabile.
ALLUCINANTE

Mi sembra che il nuovo senato abbia materie su cui lavorare di notevole importanza e tutto ciò si dovrebbe fare .... come ? e quando ?
Testuali parole di Renzi: “Il nuovo Senato non lavora tutti i giorni su tutte le proposte di legge, ma su quelle che riguardano la Costituzione, i territori, l’Europa. Vogliamo discutere una funzione in più o in meno? Benissimo”.

C H I A R O ? FORSE NO

UncleTom
Messaggi: 5725
Iscritto il: 11/10/2016, 0:47

Re: Il nuovo SENATO

Messaggio da UncleTom »

iospero ha scritto:Come si possa condividere un Senato del genere è incomprensibile.
- Le maggioranze al Senato saranno molto variabili se pensiamo che i senatori cambieranno molto frequentemente in base alle diverse scadenze dei mandati;
- camera e senato saranno elette in tempi diversi , le maggioranze del senato cambieranno più volte durante una legislatura, per cui materie come riforme costituzionali, leggi costituzionali, leggi elettorali degli enti locali, ratifiche dei trattati internazionali, leggi che riguardano l'Europa e altre leggi discusse dalla Camera dovrebbero essere discusse fra due camere ,di cui una molto variabile.
ALLUCINANTE

Mi sembra che il nuovo senato abbia materie su cui lavorare di notevole importanza e tutto ciò si dovrebbe fare .... come ? e quando ?
Testuali parole di Renzi: “Il nuovo Senato non lavora tutti i giorni su tutte le proposte di legge, ma su quelle che riguardano la Costituzione, i territori, l’Europa. Vogliamo discutere una funzione in più o in meno? Benissimo”.

C H I A R O ? FORSE NO


ALTRIMENTI LA SODDISFAZIONE DELLA TRUFFA, E IL PIACERE DI FARE IL BUNGA-BUNGA A 47 MILIONI DI ITALIANI (corpo elettorale), DOVE STA'?????????

CI LAMENTAVAMO DI BERLUSCONI CHE SI LASCIAVA ANDARE AL BUNGA-BUNGA NELLA SUA VILLA DI ARCORE, MA STIAMO ZITTI QUANDO IL SUPER PINOCCHIO DI RIGNANO LO FA SPUDORATAMENTE A 47 MILIONI DI ITALIANI.

UncleTom
Messaggi: 5725
Iscritto il: 11/10/2016, 0:47

Re: Il nuovo SENATO

Messaggio da UncleTom »

CHI SONO QUEI PAZZI DI ITALIANI CHE POSSONO ACCETTARE "VICIENZ" NEL NUOVO SENATO????????????????

Rispondi